LOGIN
username
password
LEGGENDA
Là dove le onde dell'oceano si infrangono sulla scogliera in un ribollire di spuma, è nata una leggenda. Narra la storia che un giorno Dio, volgendosi a contemplare il suo operato, vide su un'isola flagellata dalle tempeste un piccolo popolo di pescatori. Questi uomini rudi lottavano arditamente contro la natura impervia, ma il gelo dell'inverno e le coste impietose a volte avevano ragione di loro e il mare chiedeva spesso sacrifici di vite umane. Ciononostante essi rimanevano abbarbicati a quella terra con una ostinatezza che era pari solo al loro coraggio. Dio vide, si impietosì e studiò come poter alleviare la loro sofferenza. Cercò fra le sue creature una che potesse servire allo scopo, ma non la trovò. Decise allora di crearla. Prese il corpo di un orso: l'ossatura possente ben si prestava alle dure fatiche e la folta pelliccia avrebbe consentito di resistere al freddo. Pensò poi di addolcirne i contorni con la flessuosità della foca perché sapesse nuotare e potesse scivolar via veloce fra le onde. E, svolgendo lo sguardo al mare, incontrò i delfini che seguivano allegri e curiosi le navi. I loro piccoli occhi gioiosi riveleranno un animo sereno e in più essi amavano l'uomo fino a salvargli la vita: non poteva dimenticarli. Plasmò e plasmò ed ecco uscire dalla mirabile forza creatrice un animale superbo, dal pelame lucente, possente e dolce a un tempo. Quell'essere però doveva avere anche una fedeltà a tutta prova, vivere accanto all'uomo ed essere pronto ad offrire la sua vita per lui. Gli mise allora in petto un cuore di cane e il miracolo fu compiuto. Da quel giorno gli uomini di mare ebbero accanto un compagno coraggioso, forte e fedele : Il Terranova .
TEORIA
L'isola di Terranova sembrerebbe essere la madre che peraltro avrebbe dato il nome della razza, ma non mancano i sostenitori della teoria secondo la quale fu l'Europa a portare cani simili al Terranova in America, dove la razza avrebbe subito alcune modifiche, causa gli incroci con cani indigeni. Qualunque sia la verità, tutte le teorie dimostrano che il Terranova era compagno di pescatori e naviganti, segno che la propensione alla vita di mare lo distinguerà fin dalle più antiche origini.La storia e infatti ricca di aneddoti che narrano le gesta compiute da alcuni cani, sempre impegnati in opere di Salvataggio. Ciò dimostra che soccorrere un essere umano in acqua, è per loro una risposta ad un istinto che ancora vive dentro, che li spinge a gettarsi in acqua a volte ancora prima che il Conduttore abbia dato il via!E' capitato infatti il caso di cani che si siano accorti di un uomo da soccorrere ed abbiano preso automaticamente la decisione di aiutarlo, senza attendere istruzioni dal Conduttore. Questo comportamento si verifica piuttosto raramente, ma è comunque indice di quella particolarità del carattere del Terranova, che ne fa un cane spesso autonomo, forte delle proprie decisioni, sempre convinto di se stesso. Prima di analizzare il lavoro da fare per arrivare al Soccorso Nautico, è d'obbligo ricordare che questa disciplina non prevede l'impegno esclusivo del Terranova: ma qualsiasi razza e non razza è ammessa, a patto che dimostri doti di acquaticità, resistenza nel nuoto, e forza. S'incontrano a volte razze dotate anch'esse di acquaticità; ma difficilmente si mette in discussione il ruolo del Terranova, tanto che verrebbe da domandarsi se è nata prima la razza o il Salvataggio Nautico!
LAVORO IN ACQUA
Si apre qui il discorso sulla parte più appassionante del Salvataggio Nautico, dove cane e conduttore sono impegnati fianco a fianco, in interventi spesso resi difficili dalle avverse condizioni, o dalle condizioni psichiche in cui la persona in difficoltà (pericolante) viene a trovarsi.
Intervenire in acqua, per il cane vuol dire affrontare temperature molto basse, avere forza da impegnare nel traino di un'imbarcazione o di persone; essere pronti a fare un bel tuffo da riva o dal gommone in corsa; capire bene il comando che il Conduttore impartisce, spesso da lontano, dalla riva o dal battello in movimento. Infatti le modalità d'intervento del cane in acqua, sono molteplici, dettate dalle circostanze e dalla tattica che il Conduttore decide di adottare.
Oggi l'Unità Cinofila da Salvataggio Nautico, richiede la più totale collaborazione tra Conduttore e cane: l'autonomia del cane viene ridotta moltissimo a favore del lavoro accanto all'uomo. Pattugliando una spiaggia, l'attenzione del cane è continuamente richiamata dai bagnanti che spesso, magari per gioco, si agitano e gridano nell'acqua: se il cane fosse solo, si creerebbe senz'altro una gran confusione. Il Conduttore farà allora da mediatore tra il forte istinto di salvataggio del cane e i bagnanti. Come già sappiamo dal regolamento per il conseguimento del Brevetto, che gli esercizi previsti e quindi le situazioni di Salvataggio, variano da quelle più facilmente intuibili, a situazioni che richiedono una notevole esperienza nell'ambito del Soccorso Nautico.
Per questo motivo, molte delle situazioni d'intervento che potrebbero verificarsi, sono il frutto delle reali esperienze di Salvataggio compiute dai Volontari della Protezione Civile di Mogliano, messe a disposizione dai Conduttori dei cani da Salvataggio Nautico dello S.Na.T. '99, per far si che ogni esercizio sia il più possibile veritiero alla realtà.
Anche nel compiere un intervento di Salvataggio Nautico, ci si rende presto conto che nuove difficoltà si presentano ogni volta, senza avere un precedente: l'importante sta nell'essere ben equipaggiati, ben preparati psicologicamente e nell'essere prima di ogni cosa, molto affiatati col proprio cane, non solo amici, anche veri colleghi.......... Da parte di tutti i soci S.Na.T. '99 del Soccorso Nautico Terranova ringraziamo della possibilità che ci offrite. Operando in armonia sapendo che stiamo aiutando persone che ne potrebbero avere la necessità.
Grazie di cuore
ADDESTRAMENTI

 
dalle

PROGR. SNAT99

domenica  05/02/2017
Convocazione assemblea generale dei soci

sabato  25/02/2017
Assemblea Regionale UCIS LocalitÓ Padova

domenica  02/04/2017
Esercitazione UCIS organizza regione Veneto LocalitÓ Concordia Sagittaria

EVENTI CINOFILI

domenica  02/04/2017
Esercitazione UCIS organizza regione Veneto LocalitÓ Concordia Sagittaria

NEWS
06/03/2014 Regolamento C.I.T. acqua 2014
 
27/02/2013 Regolamento CSEN Gennaio 2013
 
26/03/2012 Ordinanza blocco del traffico domenica 22 aprile
 
SITI AMICI

Squadra Agordina
Cinofili da Soccorso

Cinofila San Marco


Lega Nazionale per la
Difesa del Cane


No Lost Land Terranova


DRAGO NERO MANGIAFUOCO
SPONSOR
 
Soccorso Nautico Terranova '99 - Sede Operativa Acqua : Via Antiga Sud Località Castagnole (TV) - email: info@snat99.it - Cell. 338 7776707